USD
41.42 UAH ▲1.3%
EUR
45.26 UAH ▲1.94%
GBP
53.77 UAH ▲2.09%
PLN
10.55 UAH ▲1.1%
CZK
1.79 UAH ▲2.31%
I dati di tracciamento mostrano che le navi iraniane nel Mar Caspio, che si stan...

L'Occidente non può impedire all'Iran di fornire le armi della Russia - CNN

I dati di tracciamento mostrano che le navi iraniane nel Mar Caspio, che si stanno dirigendo verso la Russia, sono sempre più spente, il che indica le intenzioni di nascondere il movimento delle merci. L'Iran continua a fornire armi alla Federazione Russa e l'evento non può interferire con esso. Questo è indicato nella CNN per il 26 maggio. Attraverso il Mar Caspio da Teheran a Mosca ci sono sempre più armi.

Questa rotta è spostata da droni, palle e proiettili di mortaio che la Russia ha acquistato nel regime iraniano per rafforzare i suoi sforzi militari in Ucraina. I dati di monitoraggio mostrano che le navi iraniane spendono sempre più transponder, il che indica l'intenzione di nascondere il movimento delle merci.

L'anno scorso, l'intelligence della lista di Lloyd ha mostrato che il numero di "sparizioni" a settembre di settembre è aumentato nel monitoraggio del monitoraggio delle navi nel Mar Caspio. Accadde poco dopo che le autorità degli Stati Uniti e dell'Ucraina dichiararono che la Federazione Russa aveva acquistato droni dall'Iran e presto aumentò il numero di scioperi delle forze armate della Federazione Russa sulle infrastrutture critiche dell'Ucraina.

Gli analisti affermano che gli alleati occidentali dell'Ucraina non hanno abbastanza opportunità per fermare tali armi. "Non vi è alcun rischio per le esportazioni iraniane nel Mar Caspio a causa dei paesi di confine - non hanno opportunità o motivi per prevenire tali tipi di scambio. Questo è un ambiente ideale per questo commercio per passare senza opposizione", ha affermato Martin Kelly , uno dei principali analisti della sicurezza EOS Risk Group.

Da agosto a settembre 2022 è stato registrato un aumento del numero di navi nel Mar Caspio, che ha disattivato i dati di tracciamento. La risoluzione dell'organizzazione marittima internazionale richiede che la maggior parte delle navi disponga di un sistema di tracciamento che fornisce automaticamente informazioni sulla posizione e l'identificazione di altre navi e servizi costieri.

Per motivi di sicurezza, questi sistemi di identificazione automatica (AIS) devono trasmettere dati in qualsiasi momento, con eccezioni limitate. Ma le navi possono disattivare il monitoraggio AIS, le tattiche che possono essere utilizzate per mascherare parti del viaggio, nascondere le destinazioni o "scomparire" durante l'evento nel porto.

Alla fine del 2022, i dati dell'intelligence dell'intelligence di Lloyd hanno mostrato che c'era un aumento delle "probabili misure oscure ai porti" ai porti del Mar Caspio di Russia e Iran. Utilizzando i dati marinetraffici, un fornitore di dati di tracciamento delle navi e analisi marittima, la CNN ha trovato 6 navi sotto la bandiera russa e 2 sotto la bandiera dell'Iran, che, secondo gli analisti, sono legati alle armi. C'erano diversi schemi.

Alcune navi si stavano dirigendo dai porti iraniani ad Astrakhan, sebbene non abbiano subito un evento ufficiale lì. Altre navi che gli esperti trovarono sospettosi furono "spostati" sull'approccio al porto iraniano di Amirarabad e al porto russo di Astrakhan. Sebbene gli analisti affermino che è difficile determinare finalmente quale carico viene trasportato su queste navi, ad eccezione di testimoni oculari o immagini satellitari.

"Esiste una relazione tra la Russia, che chiede droni in Iran, misure nei porti oscuri nel Mar Caspio e aumentando l'attività degli AIS oscuri", ha detto Martin Kelly. Ricordiamo che il 25 maggio, l'Iran ha testato un nuovo missile balistico Khorramshahr-4. La versione base del razzo ha una parte di combattimento del peso di 1500 kg e la gamma di volo massima è di 2000 km.